Offerte Speciali

Palazzo Pitti

A soli 10 minuti a piedi dai nostri appartamenti, ecco una delle residenze politiche più importanti a Firenze

Quella di Firenze fu anche la storia della rivalità tra famiglie signorili, come quelle degli Strozzi, dei Pitti e dei Medici. La corsa a mostrarsi più grandi e potenti si giocava, naturalmente, anche nello sfarzo dei palazzi.

 

Proprio queste ragioni sono alla base della monumentale costruzione di Palazzo Pitti, iniziata attorno al 1457 e portata a termine, dopo qualche interruzione, verso il 1470. Luca Pitti, infatti, voleva costruire un palazzo molto più grande di quello appena eretto da Cosimo de’ Medici (il Vecchio), una residenza che fosse la chiara espressione del valore stesso della famiglia.

Successivi sviluppi storici

Seguendo le alterne fortune della famiglia Pitti, a metà del XVI secolo, il Palazzo passò proprio in mano agli antichi rivali, i Medici, e vista la loro grande fama questa residenza contribuì a far fiorire tutta la zona del quartiere d’Oltrarno.

Questo fu soltanto l’inizio dello splendore per Palazzo Pitti, che nel corso del Cinquecento cambiò completamente aspetto grazie all’ampliamento dell’Ammannati e alla costruzione del Corridoio di Giorgio Vasari per collegare Palazzo Pitti al Palazzo Vecchio di Firenze.

Dalla scomparsa dell’ultima Granduchessa, l’Elettrice Palatina Anna Maria Luisa de’Medici (1743) fino al 1871, Palazzo Pitti ospitò prima i Lorena e poi i Savoia, diventando, nel periodo di Firenze Capitale, fra il 1865 e il 1871, residenza del Re d’Italia.

 

Visitare Palazzo Pitti oggi

Palazzo Pitti oggi è suddiviso in diversi musei, i quali raccolgono grossa parte del patrimonio di “oggetti”, donati alla città di Firenze affinché esse rimanessero per ornamento dello Stato, per utilità del Pubblico e per attirare la curiosità dei Forestieri, da Anna Maria Luisa de’ Medici, come scritto nel suo testamento denominato “Patto di Famiglia”. Tra questi ricordiamo:

Tra i vari ambienti di Palazzo Pitti oggi si possono visitare diversi musei di indubbio pregio. Tra questi ricordiamo:

 


Alla fine di questa visita sarà stupendo passeggiare nell’armonioso Giardino di Boboli, il più grande polmone verde nel cuore della città, con una delle entrate di fronte ai nostri appartamenti di Viale del Poggio Imperiale.

Richiedi informazioni &
Verifica Disponibilità

In quali zone sono i nostri appartamenti

  • Nella Palazzina ottocentesca di Poggio Imperiale, che si affaccia sul piazzale di Porta Romana davanti ai Giardini di Boboli e alle mura medioevali
  • Nella zona sopra Porta Romana
  • In zona San Frediano, vicino al Lungarno
  • Nella zona della Basilica di Santa Croce
  • In zona Duomo
  • Nella zona della Chiesa di Santa Maria Novella
  • Nella campagna sopra Poggio Imperiale, in zona Pozzolatico